Torna il Locomotive Jazz Festival, uno sguardo al passato per scoprire il futuro

Torna il Locomotive Jazz Festival, uno sguardo al passato per scoprire il futuro

Giovedì 29 luglio inizia la sedicesima edizione del Locomotive Jazz Festival che quest’anno, con il tema “Archeologie”, svolge uno sguardo al passato per riscoprire il futuro, ripartendo da Sogliano Cavour (Le), il paese dove tutto è cominciato 16 anni fa e che ospita la prima parte del Festival, dal 29 al 31 luglio, mentre l’Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia ospita la parte finale dal 1 al 5 agosto, aspettando il concerto finale all’alba sul mare.


Appuntamento, quindi, giovedì 29 luglio alle 22.30 in Piazza Armando Diaz a Sogliano con il concerto in quintetto del violinista, polistrumentista e compositore Alessandro Quarta che presenta al pubblico un omaggio al grande riformatore del tango argentino Astor Piazzolla, in occasione del centenario della sua nascita, con una rivisitazione dei suoi brani più celebri.



Un genere musicale intriso di sentimenti contrastanti e composto da un turbinio di stati emotivi che il violino di Quarta, sul palco insieme al pianoforte di Giuseppe Magagnino, alla batteria di Cristian Martina, al contrabbasso di Michele Colaci e alla chitarra di Franco Chirivì, trasforma in suono allo scopo di far rivivere, per la prima serata, l’anima del musicista argentino.

Tutte le sette giornate del Festival partono già dalla mattina con in programma diversi laboratori e presentazioni, e continuano la sera con la sezione “Locomotive Giovani” che precede i concerti degli ospiti principali. Prima del concerto di Quarta, alle 21 suona la formazione leccese “Musica Plastica”, mentre la mattina alle 10.00, al Parco della Poesia, è in programma il primo appuntamento con il laboratorio “Sounds Good” in collaborazione con il progetto Cime di Rapa e il Locomotive Kids “La musica riciclata” a cura di Hakuna Matata Clow, che si ripeteranno anche
nei due giorni successivi.

Il Locomotive Jazz Festival 2021 continua con altri ospiti importanti. A Sogliano Cavour venerdì 30 luglio fa tappa il tour “Simona Molinari Live – Estate 2021” di Simona Molinari, mentre sabato 31 luglio è atteso Paolo Jannacci con “In concerto con Enzo”. Il Festival si sposta poi nell’Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia domenica 1 agosto con il tributo a Ennio Morricone di Stefano Di Battista, lunedì 2 agosto con Dhafer Youssef, Raffaele Casarano e Adriano Dos Santos e martedì 3 agosto con Rosario Giuliani e Pietro Lussu e a seguire Roberto Gatto. Infine, mercoledì 5
agosto Raffaele Casarano incontra Nina Zilli per il concerto finale dell’alba, quello più atteso, con la co-direzione artistica del cantautore Giuliano Sangiorgi.



Grandi emozioni, tanti concerti e location uniche sono i tratti distintivi del Locomotive, un Festival che, in questa visione di “archeologie”, riscopre e rinnova anche altre vocazioni che da sempre lo contraddistinguono: il sociale, l’ambiente e i giovani. Abolita la plastica e la carta, il Locomotive è ormai da anni un Festival sensibile alle tematiche
ambientali e da quest’anno è entrato a far parte di “Jazz takes the green”, ovvero, la rete dei
Festival Jazz italiani ecosostenibili. Infoline: info@locomotivejazzfestival.it tel. +39 345 1089622 orari: 10.30-12.30 e 17.00-19.00. Prevendite vivaticket partono da mercoledì 30 giugno alle 14.00; prevendita per l’alba: il 29 luglio alle 14.00. Riduzione studenti e persone con disabilità: gestione vivaticket apertura cancelli: 30 minuti prima di ogni concerto. (CREDITS: la foto a corredo di questo articolo è fornita dall’ufficio stampa dell’evento)

from to
Scheduled Appuntamenti, dove andare Musica

Annunci

Dove andare a Taranto

A Martina Franca evento nazionale del settore moda e confenzioni
from to
Scheduled
Grottaglie, al via il Concorso di Ceramica Contemporanea
from to
Scheduled