Pubblicato alle ore 10:30

Taranto, l’economia civile per battere il gioco d’azzardo

Taranto, l’economia civile per battere il gioco d’azzardo

Il 7 maggio, in oltre 50 città italiane, sarà celebrata la Giornata Nazionale dello SlotMob, il movimento contro il gioco d’azzardo. Taranto partecipa all’evento con la prima edizione della Festa dell’Economia Civile che si svolgerà in Piazza Maria Immacolata con gli studenti degli Istituti Superiori Battaglini, Pitagora, Quinto Ennio-Ferraris di Taranto, Einaudi e De Sanctis di Manduria. Non si gioca d’azzardo, ma con la Nuova Economia, che libera energie positive e mette in campo Terzo Settore, Scuola, Imprese e Cittadini in un’azione di acquisto responsabile che premia le attività commerciali e produttive etiche e “pulite”. Di seguito il programma dell’evento.


Ore 9,00: inaugurazione nell’Aula Magna dell’Ites Pitagora con la premiazione dei migliori progetti proposti dagli studenti nell’ambito dei Laboratori Prepararsi al Futuro organizzati da NeXt in collaborazione con Amec e il Centro di Cultura Lazzati di Taranto. All’evento parteciperanno anche gli studenti dell’Ites Calamandrei di Bari e imprenditori dell’Ucid (Unione cattolica imprenditori e dirigenti)
La festa comincerà subito dopo e saranno i ragazzi a raccontare alla cittadinanza le loro esperienze, cosa è una Economia civile a partire da due azioni pacifiche lo Slot Mob ed il Cash Mob.



Ore 12: aperitivo No slot al Bar Principe per premiare questo esercizio commerciale che ha eliminato il gioco d’azzardo insieme al Dipartimento Dipendenze Patologiche della ASL di Taranto. Una mobilitazione contro un dramma che conta in Puglia il 10% dei giocatori d’azzardo italiani, che insieme a Campania, Lazio, Lombardia e Sicilia vanno a comporre il 51% dei giocatori totali italiani, circa 900mila in tutta la Penisola.

Ore 11-13/17-20 Cash Mob votiamo le imprese sostenibili. Saranno presenti in piazza le imprese sostenibili locali, che esporranno i propri prodotti spiegando come finalizzare filiere etiche, che fanno bene all’economia, al territorio e quindi ai cittadini. Attraverso tavoli tematici si discuterà della sostenibilità economica, ambientale e sociale, con testimonianze /confronti con i imprenditori e associazioni pugliesi. L’obiettivo è la nascita ufficiale del primo Gls – Gruppo di Sostenibilità Locale di Taranto che sottoscriva un Manifesto X una Nuova Economia. Con il voto col portafoglio cambiamo l’economia attraverso un nuovo stile di vita.

L’evento ha il patrocinio del Comune di Taranto, della Camera di Commercio di Taranto, della Asl-Dipartimento dipendenze patologiche. Sponsor Banca di Taranto e Subfor Taranto ed è organizzato da Centro di Cultura Lazzati, AMEC – Accademia Mediterranea di Economia Civile, NeXt – Nuova Economia X Tutti nell’ambito del Progetto Prepararsi al Futuro.



Annunci

Dove andare a Taranto

MarTA in musica, ecco la rassegna
from to
Scheduled