Pubblicato alle ore 13:50

Spartan Race Taranto 1, è iniziato l’assalto degli oltre 4200 atleti

Spartan Race Taranto 1, è iniziato l’assalto degli oltre 4200 atleti

Dopo una lunga attesa e una meticolosa preparazione, è finalmente arrivato il giorno della Reebok Spartan Race. La gara ad ostacoli più famosa al mondo sbarca per la prima volta a Taranto (ma non sarà l’ultima). Una  tappa che, al di la dei contenuti sportivi, è connotata da un fortissimo valore storico e simbolico per i natali spartani del capoluogo ionico.


Bellissimo il campo gara allestito dall’organizzazione: il parco cimino e la circummarpiccolo. Una location suggestiva su cui si daranno battaglia gli oltre 4200 atleti iscritti alla competizione che comprende tre diverse tipologie di percorso: Sprint, Super e Beast. Oggi in programma la Sprint e la Beast. Domani la Super.



La prima giornata di gare è iniziata alle 8.30 circa con la “Beast”, il top della specialità:  20 kilometri e minimo 25 ostacoli, da completare in un tempo che può variare da 60 a 180 minuti. Per un più efficace cronometraggio tutti gli atleti alla partenza sono stati “microchippati” alle scarpe.

La gara “Sprint” ha preso il via in tarda mattinata con la batteria Elite Heat. La Sprint è  una corsa di circa 5 kilometri, da completare in un tempo che può variare da 30 a 80 minuti. La batteria Elite (prima batteria di ogni distanza) è riservata agli atleti che competono per classificarsi per gli Euro Championship e i World Championship Spartan Race. Le batterie Competitive (seconda e terza batteria di ogni distanza) sono invece riservate ai veterani della Spartan Race che puntano a diventare atleti Elite nel 2017. Le batterie Open (tutte le batterie rimanenti di ogni distanza, escluse la Elite e le Competitive) sono invece dedicate a tutti coloro che non sono interessati agli Euro e World Championship o che sono alla prima esperienza Spartan Race. Il percorso e gli ostacoli sono gli stessi. Tutti i partecipanti sono cronometrati e giudicati nello stesso modo, cambia solo il metodo di classifica e l’assegnazione dei punteggi.

Partecipano oltre 4200 atleti provenienti da Stati Uniti d’America, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Slovacchia, Germania, Polonia, Spagna, Portogallo, Austria, Svezia. L’iniziativa ha il patrocinio di Pugliapromozione e della Regione Puglia nell’ambito del progetto Inpuglia365 per la destagionalizzazione del turismo nel territorio regionale. Tutto è nato, però, dall’idea di “Taranto città spartana”. Un progetto di valorizzazione turistica del capoluogo ionico come alternativa ai veleni dell’acciaio e dell’industrializzazione pesante, promosso e sostenuto da un gruppo di persone tra cui Marco De Bartolomeo, Claudia Carone, Dante Roberto.


In gara anche la modella ed ex cestista del Panthinaikos, Jasmina Aleksandrov, ragazza copertina di Palyboy a novembre del 2013. Sulla sua pagina personale di Facebook ha scritto: “Lo sapevate che Taranto fu l’unica colonia mai fondata da Sparta, nel 706 avanti Cristo?” (Guarda la gallery)


Annunci

Dove andare a Taranto

MarTA in musica, ecco la rassegna
from to
Scheduled