Scene da un manicomio

Scene da un manicomio

Qualche giorno fa abbiamo denunciato quanto accade ogni sabato, proprio in questa piazza. Stamattina ci ritroviamo di fronte una panchina distrutta, ridotta in pezzi. E ci chiediamo cosa stia accadendo nel Borgo di Taranto, quanto c’entri l’abbandono urbanistico e quanto invece sia tutto da ricondurre ad un degrado misero della ragione di convivenza che sembra inquinare alcune zone, sempre più ampie, di Taranto. C’era un tempo in cui ci si pavoneggiava, definendo queste strade ‘il salotto buono’. A noi pare che di quell’arredo stia passando alle cronache la sua lenta e inesorabile devastazione, frutto di incuria e abbandono, ignoranza e senso diffuso dell’impunitá. Scene da un manicomio urbano s incrociano ad ogni ora, basta solo farci caso e rallentare lo sguardo. imageIl Borgo di Taranto, puntellato da cantieri incompiuti e palazzi da rimettere su, saracinesche abbassate e pochissimi tentativi di vitalità, sta lentamente seguendo le orme della Città Vecchia. Gli osservatori più attenti, e da anni, se ne sono accorti denunciando nel solito silenzio assordante di chi avrebbe dovuto ascoltare. Non è ancora tardi, però.  Ma rivolgere lo sguardo e la voce a Palazzo di Città sembra ormai un esercizio formale. Inutile. Il Borgo sta morendo, questa panchina di piazza Bettolo parla da sola. Sussurra, non urla nemmeno. Fiato sprecato.


Annunci


Dove andare a Taranto

Teatro Orfeo, i nomi della stagione teatrale
from to
Scheduled
Teatro Fusco, ecco i nomi della nuova stagione teatrale e musicale
from to
Scheduled
"Casavola", la nuova stagione di spettacoli
from to
Scheduled