“Non arrendetevi mai”. Taranto ricorda Alessandro Rebuzzi

“Non arrendetevi mai”. Taranto ricorda Alessandro Rebuzzi

Mentre la Procura di Taranto istruiva il fascicolo di Ambiente svenduto, nel 2012, a soli 16 anni, perdeva la vita Alessandro Rebuzzi. Fino all’ultimo ha combattuto contro la malattia e contro i fumi che ammorbano Taranto. “Non arrendetevi. Mai!”, questo il suo testamento morale raccolto dai genitori Loredana e Aurelio Rebuzzi, fatto proprio dall’associazione “Genitori tarantini” e da tanti cittadini che non hanno abbassato la guardia sulla questione ambientale.


Alessandro sarà ricordato il 2 settembre 2019, con una messa che sarà celebrata, alle 19, nella chiesa dello Spirito Santo in via Lago D’Averno. In questo modo Loredana e Aurelio Rebuzzi, insieme ai Genitori tarantini, vogliono tenere viva la memoria di un adolescente che ha lottato fino alla fine, a testa alta, con coraggio e amore.



Dopo la funzione religiosa, la poetessa Anna Vozza declamerà alcuni suoi componimenti nella lingua tarantina; seguirà lo spettacolo teatrale ispirato dal romanzo “Il piccolo principe” a cura della Compagnia “Le Quinte”. “La nostra speranza – spiegano i genitori – è che tantissimi tarantini vogliano onorare con la propria presenza il ricordo di chi ha urlato fino all’ultimo momento Io voglio respirare aria pulita!”. L’associazione Genitori Tarantini ringrazia “Loredana e Aurelio per tutto quello che continuano a fare, per la loro presenza ad ogni manifestazione, per quella foto che mostra il volto sorridente di Alessandro e riporta una delle sue più belle frasi: Voglio respirare ad occhi chiusi. Siate orgogliosi di vostro figlio: il suo esempio ha smosso molti più cuori di quanti voi e noi possiamo immaginare”.


Annunci

Dove andare a Taranto

Magno Greci ed Etruschi, una mostra al museo MArTa di Taranto
from to
Scheduled
Potenza, Festival dei 100 scalini: il programma
from to
Scheduled
A Spazioporto la mostra fotografica "Jova Beach Party"
from to
Scheduled