Arcelor Mittal, non si spegne la paura del contagio nello stabilimento di Taranto

L’emergenza covid continua a far paura nello stabilimento siderurgico di Taranto. Dopo l’operaio colto da malore durante il turno di notte e risultato positivo al coronavirus, ufficialmente non si registrano nuovi casi. I colleghi di reparto, una decina circa, sono stati posti in quarantena. “Sulle loro condizioni non abbiamo notizie” – riferiscono fonti sindacali da noi interpellate.


Al di là di questo episodio, insospettiscono alcune prolungate assenze tra il personale dello stabilimento Arcelor Mittal. Ma anche in questo caso mancano riferimenti e fonti ufficiali, quindi diventa difficile ricostruire il quadro della situazione. Sicuramente tra le maestranze c’è grande preoccupazione. Aumentata anche per effetto della decisione del prefetto di Taranto che ha revocato le restrizioni all’ingresso di personale in fabbrica disposte con una sua stessa ordinanza lo scorso 26 marzo.



Secondo Fim, Fiom, Uilm, Usb è necessario con urgenza fare chiarezza sul personale presente sui reparti e sull’applicazione delle misure anti contagio. Su questo si confronteranno sindacati e azienda nel corso della riunione in programma a mezzogiorno di oggi. Ieri i sindacati hanno chiesto un incontro con l’azienda per un approfondimento sugli assetti impiantistici, sul numero di personale diretto e dell’appalto presente in stabilimento, sui Dpi (Dispositivi di protezione individuale) e sulle sanioficazioni necessarie ad eveitare il contagio da covid-19. In particolare i sindacati hanno chiesto un focus sull’approvvigionamento di mascherine FFP2-FFP3 e ABEK FFP3.


Annunci

Dove andare a Taranto

Magno Greci ed Etruschi, una mostra al museo MArTa di Taranto
from to
Scheduled
Carmen Consoli al Fusco di Taranto
Scheduled
Teatro Orfeo, i nomi della stagione teatrale
from to
Scheduled