Skip to main content

, ,

Vive le cinéma, a Lecce il festival del cinema francese

Pubblicato | da Redazione

Si riaccendono gli schermi di “Vive le cinéma”, festival del cinema francese a Lecce: VIII edizione dal 6 al 10 dicembre 2023.

La manifestazione, diretta da Angelo LaudisaAlessandro Valenti Brizia Minerva, conferma per il secondo anno la sua nuova veste invernale, animando di contenuti la città nei giorni che inaugurano il periodo delle festività natalizie tra Teatro Paisiello, Museo Castromediano e Officine Culturali Ergot. Leccesi, turisti, appassionati di cinema troveranno una ricca selezione di lungometraggi, documentari e corti, quasi tutti presentati in anteprima nazionale, oltre a incontri e presentazioni dedicati alla ricerca artistica e alla critica cinematografica. Anche quest’anno Vive le cinéma si conferma come uno spazio dedicato all’impegno civile e all’approfondimento delle questioni più scottanti della contemporaneità. (l’immagine pubblicata è stata scaricata da www.vivelecinema-festival.com. )

Il programma cinematografico al Teatro Paisiello

Dal 6 al 10 dicembre, dalle 19 a mezzanotte, il Teatro Paisiello ospita la proposta di lungometraggi, documentari e corti selezionati (in lingua originale con sottotitoli in italiano). La disabilità, il corpo delle donne, la guerra, i diritti civili, le dittature, gli abusi e i crimini contro l’umanità, la lotta sociale, i giovani e le grandi lotte sociali, le culture del mondo sono tra i temi principali di questa edizione. Giovedì 7 dicembre alle 19 (ingresso gratuito) è in programma un evento speciale, la video performance di Romina De Novellis, che presenta “The Last Supper – La céne”. Il programma giornaliero delle proiezioni è su www.vivelecinema-festival.com.

Spazi Aperti della Visione

Creato come sezione collaterale di Vive le cinéma, Spazi Aperti della Visione a cura della storica dell’arte Brizia Minerva è dedicato ad artisti e registi che esplorano le pratiche contemporanee dell’immagine in movimento. Film d’autore e d’artista, video sperimentali, documentari d’arte che offrono una panoramica sugli artisti più innovativi che si sono formati o che vivono in Francia. Gli incontri sono aperti a tutti, e coinvolgono attivamente gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Lecce e del Dams dell’Università del Salento, che si metteranno alla prova attraverso attività laboratoriali, di redazione e discussione. L’appuntamento è dall’8 al 10 dicembre dalle 11 alle 13, nell’Auditorium del Museo Castromediano. Mentre il 7 dicembre al Teatro Paisiello un appuntamento speciale con una performance di Romina De Novellis introduce il programma delle proiezioni, inaugurando la sezione Spazi Aperti della Visione. Il video di Romina De Novellis sarà inoltre al Museo Castromediano nell’appuntamento al mattino del 9 dicembre.

L’8 dicembre al Castromediano protagoniste sono le opere di Randa Maroufi, “Bab septa” e “San mon réseau”. Il 9 dicembre c’è “Le barrage” di Ali Cherri. Infine, il 10 dicembre con l’opera di Romina De Novellis verranno proiettati “Plen air” e “Afrokingdom” di Jeremie Danon

Dallo schermo alla pagina e le presentazioni alle Ergot

Vive le Cinèma promuove da sempre l’approfondimento e lo studio del cinema, lo sviluppo della competenza critica, la condivisione del sapere. Dallo schermo alla pagina a cura di Luca Bandirali, docente di Cinema fotografia televisione all’Università del Salento, è un ciclo di incontri con il mondo della ricerca sul cinema e sull’audiovisivo, finalizzato alla presentazione di importanti studi di recente pubblicazione, con la possibilità di apprendere gli esiti più interessanti del dibattito scientifico e dialogare con gli autori e le autrici. Quest’anno l’appuntamento è alle 17.30 alle Officine Culturali Ergot; il ciclo prevede le presentazioni dei libri “La voce del reale. Il rapporto voce-immagine nel cinema documentario” di Alma Mileto, pubblicato da Meltemi (7 dicembre), “Nanni Moretti. Lo smarrimento del presente” di Roberto De Gaetano, edito da Pellegrini (8 dicembre), “La programmazione televisiva. Palinsesto e on demand” di Luca Barra, Laterza (9 dicembre). Gli incontri saranno moderati da Luca Bandirali, mentre Alessia De Blasi, Asia Ingrosso, Chiara Renna e Agnese Stefanelli interverranno come discussant.

L’edizione di quest’anno è dedicata alla memoria del grande critico cinematografico francese Michel Ciment (1938-2023), storico direttore della rivista “Positif”.

EXTRA alle Officine Culturali Ergot

Una novità di quest’anno è “Déjà vu”: tutti i giorni dalle 19.30 alle 24 è possibile assistere alla proiezione delle opere selezionate nelle passate edizioni di “Spazi Aperti della Visione”. Il 9 dicembre alle 16.30 è in programma la presentazione del libro di Andrea Tondo, “Ritrovarsi fratelli”. Il 7 dicembre alle 22 spazio alla sperimentazione musicale con Musica ficta live set di Larssen.

Vive le cinéma – Festival del cinema francese 2023

Ingresso a pagamento. Biglietti 5 euro intero, 3 euro ridotto (per studenti, under 30 e over 65). Biglietti acquistabili online sul sito oooh.events e presso il botteghino del Teatro Paisiello, dalle 17.30 ed entro l’orario di inizio dello spettacolo. Gli appuntamenti delle sezioni Spazi Aperti della Visione, Dallo Schermo alla Pagina ed Extra sono a ingresso libero.

Il Festival Vive le Cinéma – festival del cinema francese 2023, all’interno di APULIA CINEFESTIVAL NETWORK 2023, è un’iniziativa realizzata da Regione Puglia, Apulia Film Commission e ARET PugliaPromozione nell’ambito dell’intervento “Promuovere la Puglia del Cinema 2023” a valere su risorse del POR Puglia 2014/2020 – Asse VI – Azione 6.8, con il sostegno di Comune di Lecce e Polo Biblio-museale di Lecce e in collaborazione con Provincia di Lecce, Università del Salento, Accademia Belle Arti di Lecce, Corsi di laurea in DAMS e Corso di Laurea Magistrale in Scienze dello Spettacolo e della Produzione Audiovisiva dell’Università del
Salento, Museo Castromediano, Officine Culturali Ergot.