Pubblicato alle ore 10:47

Uno scatto oltre, studenti tarantini a lezione di foto

Uno scatto oltre, studenti tarantini a lezione di foto

“Raccontare la bellezza di luoghi e l’anima di un’umanità mai realmente valorizzata: è questo il tema principale dell’iniziativa di responsabilità sociale che l’associazione AFO6 di Taranto con il sostegno di Canon Italia intende realizzare” si legge nella nota.


In questa nuova edizione l’iniziativa prende il nome di “UNO SCATTO OLTRE – Le interconnessioni che creano valore”. “Un progetto che coinvolgerà 20 studenti provenienti da quattro istituti superiori di Taranto e provincia, offrirà ai giovani protagonisti i principi basi della tecnica fotografica, nell’ambito di un programma didattico che darà vita a un progetto collettivo. Collaborazione, valorizzazione del territorio e occhio creativo saranno gli ingredienti essenziali di un reportage fotografico che verrà presentato alla cittadinanza nel corso di una mostra finale”.



L’iniziativa si ispira ad alcuni degli obiettivi inseriti nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite: città e comunità sostenibili, consumo e produzione responsabili e lotta al cambiamento climatico. I tre punti saranno sviluppati in sinergia con le associazioni locali “che da tempo si occupano di queste tematiche, volte allo sviluppo-socio culturale della città di Taranto. Insieme a mentor d’eccellenza, i giovani potranno conoscere il mondo della comunicazione visiva, alla scoperta della fotografia di reportage, per raccontare frammenti di vita contemporanea incastrati in una realtà a loro poco nota, come quella dei quartieri periferici di Taranto come Porta Napoli e Tamburi, da poco al centro di un progetto di rivalutazione sociale e culturale”.

Ed è proprio a Porta Napoli che sarà realizzata principalmente l’iniziativa, quartiere considerato incubatore portuale e commerciale di Taranto, “dove è finalmente in atto un’azione di rigenerazione urbana, per agevolare un nuovo modello di transizione ecologica e paesaggistica. Tra queste realtà, l’Associazione AFO6, incaricata da Canon di realizzare il progetto e da sempre impegnata nella realizzazione di attività di rivalutazione del territorio attraverso attività culturali, formative e turistiche esperienziali”.

La sede che accoglierà il progetto formativo è lo Spazioporto di Porta Napoli, l’hub multiculturale avviato dalla stessa Associazione Afo6. “Per i ragazzi sarà l’occasione di imparare cosa significa comunicare emozioni e pensieri attraverso il mondo delle immagini, sotto la guida di fotografi professionisti, valorizzando la propria creatività, sperimentando un nuovo modo di raccontare la realtà circostante. Ed è proprio per questi motivi che Canon concentra molte energie nello sviluppo di importanti programmi di responsabilità sociale e formativi rivolti ai più giovani”. 


“Siamo felici per questa opportunità che CANON ITALIA ha voluto offrire ai ragazzi della nostra città e noi di AFO6 sentiamo forte la responsabilità di offrire all’Italia intera un’immagine di Taranto, non diversa ma, al contrario, reale e quella di una bellezza sottovalutata, inesplorata e a molti, sconosciuta. Le immagini sono uno strumento potente di comunicazione” commenta Mimmo Battista Project Manager di AFO6

Il programma delle lezioni sarà svolto da OneEvents, un collettivo tarantino nato dall’esperienza di tre fotografi e videomaker tarantini: Maurizio Greco (https://www.instagram.com/mauriziogrecofotografie/) Cosimo Calabrese (https://www.instagram.com/cosimocalabresefotografia/) e Fabrizio Pastore (https://www.instagram.com/fabriziopastore/) scelti nell’ottica di continuare la “legacy” del brand con il territorio jonico. I tre professionisti Canon accompagneranno gli studenti a cogliere la bellezza dei luoghi e delle persone di quartieri troppo spesso non considerati e a valorizzare e a scoprire luoghi apparentemente degradati che nascondono piccoli tesori, attraverso l’utilizzo della strumentazione tecnica messa a disposizione da Canon.

Le scuole secondarie superiori partecipanti sono il Cabrini, il Liside, il Calò e il Vittorino. Si tratta di un’iniziativa fortemente sostenuta dal team di Comunicazione e Sostenibilità di Canon Italia, in particolar modo da Daniela Valterio – Environment, Quality & Product Safety Manager – e Paolo Tedeschi – Head of Communications, Corporate Marketing and Sustainability -.


Annunci

Dove andare a Taranto

MarTA in musica, ecco la rassegna
from to
Scheduled