Pubblicato alle ore 18:37

Taranto, ecco i dati del Registro tumori

Taranto, ecco i dati del Registro tumori

Il titolo del fascicolo dell’Asl recita “I tumori in provincia di Taranto, rapporto 2017”. I dati però si fermano al 2012. Non tragga in inganno questo aspetto. Il Registro Tumori di Taranto, diretto dal dottor Sante Minerba, è tra i più aggiornati d’Italia con una casistica che va dal 2006 al 2012. In questo arco di tempo a Taranto si sono registrati 21.313 nuovi casi di cui 11.640 maschi e 9.673 donne. L’incidenza annuale media è di 3.044 nuovi casi  con un tasso standardizzato diretto di 438 casi per 100mila nei maschi e 332 per 100mila nelle femmine.


Il quadro che emerge conferma i risultati degli studi già noti. A Taranto la situazione è critica e “presenta per molte sedi tumorali eccessi soprattutto tra i maschi che, sulla base della letteratura, depongono a favore di un presumibile coinvolgimento della condizione ambientale, lavorativa, oltre che degli stili di vita assunti dalla popolazione residente”. Il rapporto è stato presentato durante l’ONcology Taranto Puglia. Rete Oncologica Pugliese, Registri Tumori e risultati di salute di Terra dei Fuochi”, svoltosi nell’Auditorium “Tarentum” alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.



Nei maschi le cinque forme di tumore più frequente sono: polmone 16,5% (274 casi all’anno), prostata 16,1 (267 casi annui), vescica 13,4% (223), colon retto 11,6% (192 casi annui), fegato 4,7% (77 casi all’anno). Da segnalare il mesotelioma alla pleura che pur con i suoi 20 casi all’anno (16-17 nei maschi, 3-4 nelle donne), essendo un tumore raro nelle altre aree regionali e nazionali, raggiunge nei maschi eccessi del 300-400% rispetto al dato atteso.

Nelle donne le prime cinque neoplasie maligne sono: mammella 29,5% (400 casi all’anno), colon retto 12% (165 casi annui), tiroide 8,1% (112 casi), corpo utero 5,1% (69 casi all’anno), polmone 3,8% (52 casi annui). Nel comune di Taranto si registrano le incidenze più elevate. Tra gli uomini gli eccessi di incidenza nel capoluogo riguardano tutti i tumori e fegato, pancreas, polmone, rene, vie urinarie, vescica e mesotelioma pleurico. Per la donna, sempre nel capoluogo ionico, ci sono eccessi per stomaco, fegato, polmone, melanomi cutanei e mammella. Da segnalare l’eccesso di carcinomi alla tiroide a Grottaglie, Manduria e San Giorgio, cioè nella parte orientale della Provincia.


Annunci


Dove andare a Taranto

MarTA in musica, ecco la rassegna
from to
Scheduled