Pubblicato alle ore 21:55

Su siderurgico e Taranto Renzi non ha… un’altra strada

Su siderurgico e Taranto Renzi non ha… un’altra strada

Il Renzi che t’aspetti. Camicia arrotolata e battuta facile. Libero da incombenze di partito e di governo. “Per la prima volta – scherza – sono arrivato a Taranto e non mi hanno contestato”. Matteo parla passeggiando nell’aula magna del Polo universitario ionico, in città vecchia. C’è tanta gente alla presentazione del suo libro “Un’altra strada”, evento che “la Ringhiera” ha seguito in diretta Facebook. In platea, tra gli altri, anche il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci.


Sull’ex Ilva e sullo sviluppo di Taranto rilancia, però, lo stesso percorso di quando sedeva a palazzo Chigi. “Quando siamo arrivati eravamo a un bivio – dice – chiudere tutto oppure fare un progetto Taranto con delle concrete possibilità di realizzazione. Questa sera ho visto che si sta realizzando la copertura dei parchi minerali e sono orgoglioso del fatto che mentre ci fischiavano e ci insultavano, noi mettevamo i soldi in questa città per fare il minimo indispensabile. Ho un messaggio per Di Maio, Toninelli e Lezzi (faccio mie le parole di Teresa Bellanova): c’è uno strumento attivo e si chiama Cis (Contratto interistituzionale di sviluppo), voi avete il compito e il dovere di spendere quel miliardo e 100 milioni di euro che noi abbiamo lasciato e se non lo fate state distruggendo ulteriormente il futuro di questa città”.



Populismo, immigrazione, economia, cultura, fake news. Renzi ha snocciolato i suoi cavalli di battaglia. Freno tirato sulla giustizia nel giorno in cui i giudici hanno confermato gli arresti domiciliari per i suoi genitori. “Sono molto fiero – ha detto – della reazione che la mia famiglia sta avendo in un momento così devastante”. Infine, le primarie. Nessuna indicazione di voto. “Chiunque vincerà avrà il mio sostegno. Non faccio polemiche, non rispondo alla guerriglia che mi è stata fatta con un’altra guerriglia. Dico una cosa semplice: mi fa piacere che tutti e tre i candidati che si sfidano domenica, abbiano escluso accordi con il movimento cinque stelle”.


Annunci

Dove andare a Taranto

MarTA in musica, ecco la rassegna
from to
Scheduled