Riondino: Il Cinzella è cresciuto, ma abbiamo tante cose da fare [VIDEO]

Riondino: Il Cinzella è cresciuto, ma abbiamo tante cose da fare [VIDEO]

Ieri la prima serata del Cinzella Festival. Stasera White Lies e Marlene Kuntz

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Prima serata per il Cinzella Festival 2019 che ha aperto i battenti con due belle proposte salutate con entusiasmo dal pubblico che ha affollato le Cave di Fantiano a Grottaglie (Taranto), per il secondo anno consecutivo location della manifestazione organizzata da “Afo6-convertitori di idee” in collaborazione con “Radar concerti”.


Per l’apertura, la scelta del direttore artistico Michele Riondino è caduta su “I hate my village”, un supergruppo made in Italy che annovera Fabio Rondanini (batteria di Calibro 35, Afterhours), Adriano Viterbini (chitarra di Bud Spencer Blues Explosion), Alberto Ferrari (Verdena) e su “Battles”, un progetto capace di combinare arte, sperimentazione e tecnologia nella musica. Unica data italiana quella del Cinzella per la presentazione del nuovo album in uscita in autunno. Il batterista John Stanier e il chitarrista e tastierista Ian Williams hanno ipnotizzato e fatto ballare il pubblico. E chi aveva ancora voglia di ballare ha continuato con il djset di Digitalism. Numerosi gli stand del mercatino, varia l’offerta enogastronomica.



Appena il tempo di prendere fiato e di un tuffo in mare. Stasera seconda serata con altre grandi novità. I White Lies presenteranno dal vivo il nuovo album Five, uscito l’1 febbraio (Pias Recordings). A dieci anni dalla fondazione, il trio londinese ha ritrovato nuova energia e creatività. Un live che spazierà da sonorità electro rock al synth pop. A seguire un pezzo di rock italiano. I Marlene Kuntz festeggeranno sia i trent’anni di attività che il ventennale del loro terzo disco Ho Ucciso Paranoia. Un viaggio a ritroso ricco di emozioni, ma denso di vitalità positiva e rigenerante.

“In tre anni siamo cresciuti tantissimo – dice a laRinghiera Michele Riondino – sia in termini di qualità della proposta che di partecipazione. Però abbiamo voglia di fare tante cose e vogliamo crescere ancora. La cultura, la musica, l’arte sono forme di espressione dell’uomo, ma sono anche attività economiche su cui puntare per offrire una nuova prospettiva al nostro territorio. Abbiamo un obiettivo: desalentinizzare l’estate in Puglia. Vogliamo che turisti e visitatori vengano al Festival scoprendo le nostre bellezze. E poi, lo dico con orgoglio, chi vuole ascoltare buona musica, deve venire al Cinzella”.


Annunci


Dove andare a Taranto

Teatro Orfeo, i nomi della stagione teatrale
from to
Scheduled
Teatro Fusco, ecco i nomi della nuova stagione teatrale e musicale
from to
Scheduled
"Casavola", la nuova stagione di spettacoli
from to
Scheduled