Processionaria, squadre Amiu in azione. Ecco le foto degli studenti ‘punti’

Processionaria, squadre Amiu in azione. Ecco le foto degli studenti ‘punti’

Interviene il Comune. Poco fa con una nota, Palazzo di Città ha annunciato l’intervento dell’Amiu.


Ecco il documento: ‘Le temperature miti al di sopra delle medie stagionali hanno causato la proliferazione della processionaria in tutta la Puglia, il parassita pericoloso alla sopravvivenza di molte specie arboree e urticante per gli uomini e per gli animali. Il Comune di Taranto, tramite la Direzione Ambiente, sta seguendo con particolare attenzione l’evoluzione del fenomeno ed ha avviato misure di contrasto tese alla rimozione dei nidi del parassita, al trattamento fitologico ed al monitoraggio delle piante. In queste ore e per i prossimi giorni, per intensificare la lotta alla processionaria, le squadre operative dell’Amiu sono state affiancate da una ditta specializzata e, congiuntamente, stanno seguendo un piano di interventi che ha posto in particolare attenzione e priorità le scuole comunali’.



Il nostro allarme di stamattina

Non solo Tamburi, dove l’allarme è stato lanciato nei giorni scorsi. Ci mancava la peocessionaria, a Taranto. Adesso c’è anche quella, curiosa e innocua mentre striscia sul pavimento – qualcuno magari la troverà ripugnante –  ma se viene a contatto con l’uomo l’effetto sulla pelle, che questo lunghissimo bruco scuro produce, è immediato e talvolta può causare anche forti reazioni, anche allergiche. Per questa ragione, oggi le società di atletica leggera  non dovrebbero far allenare i più piccoli nel Camposcuola di Taranto (ieri gli atleti hanno dato fuoco agli esemplari più invasivi, in pista: vedi galleria fotografica in fondo al pezzo).  Si attende l’intervento del Comune e dell’Amiu per una necessaria disinfestazione, così come probabilmente si rende necessario anche un  sopralluogo dell’Asl nelle scuole che nel loro cortile hanno un giardino o degli alberi. Guardate ad esempio le foto che ci hanno mandato stamattina i ragazzi del Madia Pia, istituto di via Galilei a Taranto.

image‘La Federazione degli Studenti di Taranto vuole rendere pubblica la testimonianza di una ragazza dell’Istituto Maria Pia di Taranto, dove il diritto alla salute e allo studio degli studenti sono minacciati da una politica che non li garantisce’ ci hanno scritto facendo eco alla loro pagina web. ‘Solidarietà ai ragazzi in queste condizioni. Lottiamo insieme per una scuola di classe. La città di Taranto è invasa dalla processionaria che mette a rischio i bambini e gli animali. Ormai è molto diffusa in tutta la citta che addirittura è presente anche nelle scuole pubbliche e ,purtroppo, né il comune e né la scuola stessa se ne stanno curando. Io, semplice studentessa del Maria pia, sono stata colpita dall’effetto delle medesime proprio a scuola, in un luogo che a parer mio dovrebbe garantire la protezione e salute allo studente. Personalmente ho avuto delle reazioni molto forti tra cui fastidiosi eritemi, bubboni, bruciore continuo, prurito agli occhi e affanno respiratorio. Ormai questa storia va avanti da anni e come al solito il contrasto al fenomeno si riduce sempre all’ultimo momento. Inefficace richiedere l’intervento del comune e quindi la disinfestazione (ovviamente sollecitata dalle numerose segnalazioni fatte dai genitori degli alunni colpiti e non)’ scrive una studentessa.


Annunci


Dove andare a Taranto

Magno Greci ed Etruschi, una mostra al museo MArTa di Taranto
from to
Scheduled
Potenza, Festival dei 100 scalini: il programma
from to
Scheduled
Ecco ArchiTA, il Festival del Teatro Antico
from to
Scheduled