Liberi e pensanti: per l’1 maggio dal Comune nessun sostegno, solo 100 cessi

“Voglio essere chiaro, il concertone dell’1 maggio non ha alcuno sponsor. Le uniche forme di finanziamento sono le donazioni derivanti dalla vendita dei gadget (t-shirt, vino, cd)”. Lo ha ribadito a chiare lettere Massimo Battista del Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti durante la presentazione del programma di eventi Riconversioni che si svolgerà la settimana prima dell’1 maggio.


“Siamo al quarto anno e nonostante i tentativi di metterci i bastoni tra le ruote andiamo avanti senza alcuno sponsor. Il Comune ha messo a disposizione il minimo garantito per eventi di questo tipo e cioè il servizio di vigili urbani e cento cessi mobili. Eppure parliamo di un evento che porta nella nostra città decine di migliaia di persone. Quest’anno i B&B sono già tutti pieni, stiamo incontrando difficoltà a reperire posti liberi persino per gli artisti. Il parco della Mura greche che ospita il concerto è ancora ricoperto di erbacce alte quasi due metri. Attenderemo sino a mercoledì  e se il comune non interverrà per tempo inviteremo i cittadini a rimboccarsi le maniche come già fatto in passato. Il Comune dovrebbe pulire la zona tutto l’anno non solo in prossimità dell’1 maggio. Sottolineo inoltre che il 1 maggio potrebbe esserci una concentrazione di eventi: il concertone e la partita del Taranto calcio e questo potrebbe creare grandi problemi di ordine pubblico che bisogna prevedere e gestire per tempo”.



Alla conferenza stampa presenti anche Gianni Raimondi, Ezia Mitolo e Walter Pulpito che hanno spiegato e illustrato il cartellone di Riconversioni. “Si tratta – hanno spiegato – di un cartellone di eventi, iniziative e appuntamenti con l’arte, la cultura e le bellezze di Taranto concentrati nella settimana che conduce al grande evento di musica e lotta dal basso‪ #‎unomaggiotaranto‬. Il Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti ha ideato questa cornice nella quale trovano spazio tutti i progetti realizzati dalle associazioni culturali, dai movimenti, dai circoli, dalle scuole e dalle accademie del territorio nella settimana 23 aprile – 1 maggio 2016. Riconversioni è l’occasione per mostrare Taranto con il suo vestito più bello, per favorire la promozione dei suoi tesori storici, paesaggistici e artistici: quindi spazio a mostre, rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali, workshop, eventi sportivi. Attraverso Riconversioni i Liberi e Pensanti intendono dimostrare come l’impegno di tanti cittadini possa muovere non solo idee utili alla #‎riconversionementale‬ di Taranto, ma anche l’economia stagnante e dipendente in gran parte dall’industria inquinante con l’afflusso di migliaia di persone in città. Una boccata d’ossigeno per i commercianti e per tutti i cittadini che credono in un cambiamento ancora possibile”.
(Scarica il programma completo di Riconversioni: http://www.liberiepensanti.it/primo-maggio-taranto/aggiornamenti/260-riconversioni-tutti-gli-eventi-in-programma)

Nonostante il grande sforzo organizzativo per il concerto, prosegue anche l’impegno dei “liberi e pensanti” su temi di grande attualità cittadina come quello dell’emergenza sanitaria. Lunedì prossimo, 18 aprile, alle 14, nell’auditorium dell’ospedale Moscati di Taranto, si terrà un importante tavolo tecnico pubblico richiesto dai Liberi e Pensanti sulla situazione sanitaria del territorio, piano di riordino ospedaliero e ospedale San Cataldo. Il Comitato, infine, ha invitato tutti a votare “Sì” al referendum sulle trivellazioni. “Difendiamo il nostro mare e la nostra salute”.


Annunci


Dove andare a Taranto

Teatro Orfeo, i nomi della stagione teatrale
from to
Scheduled
Teatro Fusco, ecco i nomi della nuova stagione teatrale e musicale
from to
Scheduled
"Casavola", la nuova stagione di spettacoli
from to
Scheduled