Inaugurato a Porta Napoli il Cineporto di Taranto

Inaugurato a Porta Napoli il Cineporto di Taranto

“Grandi produzioni cinematografiche, Festival internazionali di musica, rassegne, mostre, teatro, valorizzazione dei beni culturali: a Taranto in questi anni abbiamo investito tanto in cultura e oggi sono felice di condividere un’altra bella notizia. Con l’inaugurazione del Cineporto, apriamo in città un luogo per chi ama il cinema, per chi lavora in questo settore, per chi ha idee e creatività. Questa città bellissima si arricchisce di uno spazio importante di cultura, voluto fortemente dalla Regione Puglia e Apulia Film Commission”.


Queste le parole del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che questa mattina nella città ionica, ha scoperto la targa del nuovo spazio.
A presentare la nuova struttura accanto al Governatore Loredana Capone, Assessore Industrie Culturali e Turistiche della Regione Puglia, il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, la Presidente di Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco, il Direttore di Apulia Film Commission Antonio Parente, l’attore Michele Riondino dell’Associazione AFO6 e Direttore Artistico del Cineporto e il Presidente dell’Associazione AFO6 Gianni Raimondi.



“Taranto non è solo Ilva, Taranto è molto di più e merita giustizia – ha commentato l’assessore Loredana Capone – per questa ragione, con
il presidente Emiliano, abbiamo voluto trasferirvi Medimex, la più importante Fiera regionale dedicata alla musica e agli operatori di tutta la filiera. Per questo oggi inaguriamo la sede del Cineporto. L’abbiamo voluto, è stato un grande lavoro di squadra. Il nostro augurio alla comunità tarantina, perché possa costruire un futuro diverso, fare della cultura una pratica quotidiana e un’opportunità di rilancio di questo meraviglioso territorio”.

L’arrivo costante di tante produzioni cinematografiche nazionali e internazionali che hanno scelto la Puglia e, in particolare, il territorio ionico come location ideale per le loro produzioni audiovisive, ha dimostrato
che anche Taranto aveva bisogno di un contenitore che potesse accogliere e soddisfare al meglio tutte le esigenze produttive. Per il sindaco Melucci: “Oggi compiamo insieme un altro passo affatto trascurabile nella direzione
della diversificazione produttiva e della promozione positiva del nostro territorio. La struttura del Cineporto ci consentirà di accrescere la competitività e l’attrattività di Taranto nei confronti dell’industria cinematografica e presto il Comune di Taranto sarà formalmente socio di Apulia Film Commission. Confidiamo che anche il protocollo che stiamo sottoscrivendo con la bella realtà di Afo6 si dimostri utile a sviluppare professionalità, progetti sociali e grandi eventi in questo frangente”.

Già da tempo l’associazione AFO6 di Taranto, aveva avviato una serie di importanti collaborazioni con la Fondazione Regionale attraverso la realizzazione del Cinzella Festival, inserito nella rete dei Festival di
AFC, con la sua singolare dualità di musica e cinema. La partnership di questi ultimi tre anni tra AFO6 e AFC, si concretizza questa volta con la nascita del Cineporto nella città di Taranto, proprio nel momento in cui la
città è stata al centro di set cinematografici internazionali.


“L’apertura di un Cineporto a Taranto – ricorda Simonetta Dellomonaco, Presidente dell’Apulia Film Commission – rappresenta una nuova partenza per il cinema pugliese. Questo territorio è prezioso non solo come location cinematografica ma anche per la crescita del comparto cine-audiovisivo. Taranto è ricca di bravi professionisti, maestranze e artisti del settore, in grado di contribuire significativamente allo sviluppo cinematografico regionale. Abbiamo impiegato molti sforzi per stabilire un presidio AFC a Taranto, ma grazie al contributo delle associazioni, dell’amministrazione comunale e del prezioso apporto di AFO6 con cui collaboriamo da tempo per il Cinzella Festival, alla fine siamo riusciti a partire”. Il presidente dell’Associazione AFO6, Giovanni Raimondi, da tempo sottolinea l’importanza di questa operazione: “Il Cineporto di Taranto è un’altra storia bella, una storia di emancipazione dalla “monocultura dell’acciaio” e riconversione culturale che parte della comunità tarantina ha deciso di intraprendere già da anni e che ha bisogno del deciso sostegno istituzionale per attuarsi. Con la consapevolezza che la strada verso la normalità è ancora lunga, perché a Taranto basta una giornata di vento per trasformare anche le storie belle in storie sotto la polvere”.

Parte attiva e promotore di questo progetto è l’attore Michele Riondino, direttore Artistico dell’Associazione AFO6 e del Cineporto e del Cinzella Festival: “Sono anni che ormai lo sosteniamo: il futuro del nostro territorio si può concretizzare solo attraverso lo sviluppo di grosse progettualità – dice Riondino – sono anni che ci impegniamo per fare in modo che alla nostra città venga restituita la credibilità che merita. Il cinema è un’industria e con il Cineporto di Taranto noi di Afo6 con Apulia Film Commission vogliamo capitalizzare la bellezza della nostra città attraverso l’arte e la cultura. Dicevamo Taranto ribellati, noi lo abbiamo fatto. Basta con la monocultura dell’acciaio, la nostra industria da oggi fabbricherà solo
bellezza”. Lo Spazioporto sarà a breve operativo, per proporsi come contenitore attrattivo in grado di soddisfare il rilancio culturale e la riqualificazione urbanistica di una delle zone periferiche della città di Taranto, rilanciando il concetto di collaborazione e sostenibilità.

LA STRUTTURA
Il Cineporto, inserito all’interno di un grande contenitore denominato
dall’Associazione AFO6 “Spazioporto”, sarà il cuore logistico delle attività della Fondazione AFC nonché un contenitore di eventi culturali per tutto l’anno, con attività legate al mondo cinematografico, teatrale e musicale e sarà realizzato in parte con il patrocinio e il supporto economico di Apulia Film Commission. L’associazione AFO6 ha individuato un capannone di 500 mq totali, nato negli Anni ‘20 come deposito di carrozze. La struttura è collocata in via Niceforo Foca (Zona Porta Napoli, nei pressi del porto e della stazione di Taranto) tra la città vecchia e il quartiere Tamburi, un luogo simbolo vicino al porto di Taranto, da valorizzare per lo sviluppo futuro della città.

L’area è dotata di sala riunioni, sala casting, area trucco e parrucco, segreteria, magazzino, attrezzeria, sala conferenze, area proiezioni. Oltre all’assistenza alle produzioni ci sarà la possibilità di organizzare proiezioni, incontri, presentazioni in grado di rendere vivo lo spazio per tutta la settimana. Queste le attività presenti all’interno dello Spazioporto:
l’Area cinema /concerti / spettacoli con un palco (4 m x 8 m x 0,60 m ), camerini, impianto audio e luci residente, schermo di proiezione a scomparsa, proiettore, uno spazio di circa 200 mq in grado di
raccogliere 300 spettatori in piedi e 90 seduti (sistema di sedute removibili ) e di offrire un fitto calendario di eventi musicali, teatrali e cinematografici;
Area ristoro con bar / ristorante in grado di promuovere la sostenibilità ambientale e il consumo di prodotti biologici, a chilometro zero e la responsabilità alimentare (alimentazione vegetariana /vegana);
Web radio : studio attrezzato per trasmissioni radio broadcasting;
Web TV : studio fotografico – TV attrezzato per riprese e montaggio video e web broadcasting;
Area espositiva : 200 mq tecnicamente attrezzata per mostre fotografiche, esposizioni artistiche;
Coworking: sala convegni, sala conferenze, sala multimediale, uffici, supporto logistico per le diverse realtà associative e culturali operanti sul territorio.


Annunci

Dove andare a Taranto

Magno Greci ed Etruschi, una mostra al museo MArTa di Taranto
from to
Scheduled
Potenza, Festival dei 100 scalini: il programma
from to
Scheduled
MArTA, in diretta social una conferenza sulla Taranto rupestre
Scheduled