Da Taranto a Bari in bus, ve la racconto io l’odissea: la lettera di una tarantina

Ciao sono Valentina, sono di Taranto e lavoro a Bari.” comincia così la lettera che ci è giunta da una pendolare che racconta qui la sua odissea quotidiana lungo la linea bus che collega Taranto a Bari (e ritorno). 



“Sono una pendolare, una delle tantissime persone di Taranto che ogni mattina viaggia con FSE, paga un regolare abbonamento che ammonta a 97,20 euro per percorrere 172 km e raggiungere il proprio posto di lavoro, subendo quotidianamente disagi e ritardi da parte della società di trasporto. La mattina ci sono due corse in particolare, quella delle 6 e delle 7 in partenza da viale Unicef, prese d’assalto da una quantità di persone che i regolari autobus non possono trasportare..” Valentina nella sua dettagliata, accorata e lunga lettera snocciola tutto il rosario dei disservizi che vive sulla sua pelle. E’ un elenco puntuale che non fa sconti, dal capolinea a capolinea, passando per il servizio informazioni. “Si moltiplicano episodi di viaggi in piedi” scrive puntando il dito contro le condizioni interne di alcuni mezzi,  la capacità di offrire “informazioni in tempo reale” e “l’incapacità di prevedere un percorso alternativo per la entrata a Bari (ce ne sono almeno tre), interessata da più di un anno ormai da lavori su via Amendola – scrive Valentina –  lascio alla vostra immaginazione cosa succede con l’avvicinarsi delle festività natalizie.  Ora, sappiamo che nessun lavoro è semplice. Soprattutto quando si deve lottare con la “spending review”, anche se FSE ha assunto nuove persone e comprato nuovi autobus. Capiamo tutte le difficoltà oggettive. Ma ora basta.  Pretendiamo almeno la buona educazione, perché la pazienza del pendolare è finita” chiude Valentina Pellegrino, riferendosi alla difficoltà che talvolta i pendolari incontrano interagendo con gli addetti.



 


Annunci

Dove andare a Taranto

A Martina Franca evento nazionale del settore moda e confenzioni
from to
Scheduled
Grottaglie, al via il Concorso di Ceramica Contemporanea
from to
Scheduled