Pubblicato alle ore 17:21

Cultura, la Regione favorisce Bari e Lecce? Intanto, Taranto propone poco. Guardate i dati

Cinque milioni e mezzo spalmati su tutta la Puglia? Non proprio. I numeri non possono essere soggetti ad opinioni. Ma dicono tanto, generando riflessioni doverose. E se da un lato balza agli occhi lo schiacciamento sull’asse Bari-Lecce, dall’altro emerge malinconicamente la classica apatia tutta ionica.


La Regione Puglia per  il triennio 2017/19 ha stanziato 5.659.001 a supporto di iniziative culturali. Ma per dirla con il consigliere regionale tarantino “ci sono dei dati che rimbalzano subito all’attenzione di chi analizza le graduatorie”. L’interessante analisi di Liviano ha il merito di evidenziare anche… i demeriti del territorio ionico, fermo restando la sacrosanta battaglia per la conferma del convegno di studi sulla Magna Grecia, il decennale evento tarantino rimasto sorprendentemente fuori dalle graduatorie dei progetti ammessi a finanziamento (mercoledì a Taranto ci sarà una menifestazione pubblica indetta dal mondo della cultura e della scuola).



Andiamo ai numeri. Come spiega Liviano su Fb, a Bari e provincia vanno 2.232.400 euro (21 progetti finanziati per una percentuale rispetto al totale da distribuire del 39,45%); a Lecce e provincia vanno Euro 1.617.330 (19 progetti finanziati per una percentuale rispetto al totale da distribuire del 28,58%).

Quindi mettendo insieme Bari e provincia e Lecce e provincia rispetto all’importo complessivo di 5.659.001 euro sono stati distribuiti Euro 3.849.730, emerge dai numeri, per una percentuale complessiva del 68,03%. Il restante 32% è distribuito per il resto delle province. Per Taranto e provincia viene stanziato l’importo di 223.566 euro pari al 3,95% dell’intero importo da distribuire per un totale di 5 progetti finanziati (di cui uno solo a Taranto città).

“Volendo provare ad andare un po’ piu’ in profondità ci accorgiamo, nell’analisi della graduatoria, che i progetti presentati sono complessivamente 131 (44 dalla provincia di Lecce e 40 dalla Provincia di Bari per un totale di 84 percentuale sul totale complessivo del 64%). Taranto e provincia hanno presentato complessivamente 9 progetti (che rappresenta il 6,87% del totale di 131).


Dunque, Taranto e provincia propongono poco. Giusto dare battaglia, adesso, a tutela del convegno della Magna Grecia ma è altrettanto giusto ammettere che Taranto e provincia per spirito di iniziativa e capacità di proposta restano fanalino di coda della Puglia. E’ il paradigma che si conferma.


Annunci

Dove andare a Taranto

MarTA in musica, ecco la rassegna
from to
Scheduled