Ad Maiora Taranto stasera sul parquet del Capri

Ad Maiora Taranto stasera sul parquet del Capri

L’Ad Maiora torna in campo, dopo uno stop forzato di tre settimane, e nell’esordio casalingo della serie B 2020/21 batte il Basilia Basket Potenza. Stasera gara di cartello a Napoli, contro il forte Capri.


La vittoria di giovedì. La non era certo da trascurare per le ragazze di Fabio Palagiano: la formazione lucana, dell’ex ionica Tolardo e delle bulgare Stoyanova e Panteva, entrambe ex Scafati, si è presentata a Taranto ben motivata. Palagiano in quintetto Berardi, Lacitignola, Gismondi, Ciminelli e Palmisano. Potenza con Marino, Mazzullo, Tolardo, Stoyanova e Panteva (foto Aurelio Castellaneta)



Nelle battute inziali dell’incontro le lucane, aggressive, cercavano di mettere in difficoltà le padrone di casa e ci riuscivano, tanto da sbloccare subito il risultato con un tiro dalla media della Stoyanova. Dopo un break rossoblù con Palmisano e Ciminelli, si aveva il contro break lucano, con l’ex Tolardo con un canestro dalla distanza ed una tripla, utili a portare avanti le ospiti di +3. A questo punto, Palagiano chiedeva una maggiore attenzione nella fase difensiva che diventava più ermetica e le ragazze, dopo essere svanito quell’alone di emozione dovuto all’esordio sul parquet amico, iniziavano ad essere precise con Lacitignola, Berardi e Gismondi che cominciavano a martellare la difesa ospite in difficoltà nel contenere gli attacchi, ma limitata l’azione della creazione del gioco, le attaccanti ospiti avevano un black out in fase realizzativa tanto che, al primo mini intervallo, le ragazze di Palagiano erano sul 18 a 9.

Nel secondo periodo era Lacitignola a dettare i ritmi dell’attacco ionico ben coadiuvata dalle sue compagne, ma le ragazze di Luongo tenevano testa alle ioniche, grazie alle punte di diamante Stoyanova e Tolardo. Nonostante questo confronto serrato, all’intervallo lungo si andava con le tarantine in vantaggio per 45 a 21, con la convinzione che comunque ci sarebbero stati due periodi impegnativi, visto anche il carico di falli che gravava sulle atlete di punta ioniche.

Terzo quarto, iniziava lo show di Berardi (miglior marcatrice della serata in assoluto), abile nelle penetrazioni, spesso in anticipo sulle portatrici di palla, soprattutto grande marcamento aggressivo (non a caso nel suo carnet tre falli spesi), ma Lacitignola e Ciminelli, in maniera chirurgica, tagliavano come un panetto di burro la difesa ospite. Al termine del terzo quarto scorre 65 a 33. Quarta frazione ricca di under su entrambi i fronti. Finale 86 – 42.


Oggi a Napoli, ore 17 nel Palavesuvio di Ponticelli, l’Ad Maiora affronterà la corazzata Capri, come l’anno scorso costruita per tentare il salto in A/2.


Annunci

Dove andare a Taranto

A Martina Franca evento nazionale del settore moda e confenzioni
from to
Scheduled
Grottaglie, al via il Concorso di Ceramica Contemporanea
from to
Scheduled